Salvini questa volta se la prende con il Papa: «Ma la lavanda dei piedi è un omaggio ai profughi o ai clandestini?»

Salvini questa volta se la prende con il Papa: «Ma la lavanda dei piedi è un omaggio ai profughi o ai clandestini?»
di Mauro Evangelisti
2 Minuti di Lettura
Giovedì 24 Marzo 2016, 20:29

Matteo Salvini, leader della Lega, questa volta se la prende con Papa Francesco e il rito della lavanda dei piedi rivolto ai più deboli. Il Santo Padre oggi è andato in un centro di accoglienza ha lavato i piedi a undici stranieri richiedenti asilo (e a una operatrice) a Castelnuovo di Porto, alle porte di Roma.

La scelta non è piaciuta a Salvini che ha dichiarato: «Papa Francesco oggi, per il Giovedì Santo che chiude la Quaresima, ha celebrato il rito della lavanda dei piedi in un Centro di Accoglienza. Con tutto il dovuto rispetto, avrei alcune domande. Quel centro ospita 892 immigrati, al 70% dei quali leggiamo sia già stata bocciata la richiesta di asilo politico: gli omaggiati dal Santo Padre sono davvero profughi o sono clandestini?». 

Salvini attacca anche la Cooperativa Auxilium che gestisce il centro di accoglienza: «Quel centro ospita 892 immigrati, di cui 557 islamici: siamo sicuri che siano tutte persone rispettose e innamorate della Pace? Quel centro è gestito dalla Cooperativa Auxilium: quanti milioni di euro pubblici ha intascato la cooperativa in questi anni? A ciascuno degli 892 immigrati il Vaticano oggi regalerà del denaro: potranno contare su quei soldi anche i disoccupati italiani?». 

Differente la valutazione del ministro dell'Interno, Angelino Alfano: «In una delle giornate più importanti dell'anno giubilare Papa Francesco ha scelto i profughi che sono una priorità del suo pontificato, come dimostrato dal primo viaggio a Lampedusa nel 2013. Per questo siamo grati al Santo Padre che, con i suoi insegnamenti quotidiani, ci indica la strada della pace e della convivenza tra i popoli che appartengono a religioni diverse».

© RIPRODUZIONE RISERVATA