Referendum trivelle, Carbone su Twitter: "Ciaone". E scoppia la polemica nel Pd

Domenica 17 Aprile 2016
3
Veleni e polemiche nel Pd e sul web dopo un tweet del renzianissimo Ernesto Carbone, componente della segreteria del Pd, che ha salutato con un «ciaone» tutti coloro che avevano confidato nel raggiungimento del quorum al referendum fallito sulle trivelle. 

L'hastag ciaone ha scatenato su Twitter una guerra di cinquettii, tanto che è arrivato rapidamente tra le tendenze del giorno. Ma a criticare Carbone anche militanti del Pd che non hanno votato al referendum. «Prima dicevano quorum - ha scritto Carbone - Poi il 40. Poi il 35. Adesso, per loro, l'importante è partecipare #ciaone».

A parte gli insulti, l'hastag è stato usato in senso inverso contro lo stesso Carbone, Renzi e il Pd. «Ad ottobre tu e il tuo amichetto Renzi fate le valige ciaone» ha scritto BeatricEconomiA. Molti hanno chiesto «rispetto» per chi è andato a votare. E dopo le risposte più aggressive sono arrivati anche i tweet perplessi di quanti nel Pd non hanno votato: «Anche a me elettore Pd e che oggi non ho votato non fa impazzire questa ostentazione», ha scrito Flavio Fates Zero. «Onorevole, sulla sostanza son d'accordo con lei. Ma se stemperiamo tutti i toni (ciaone?) ci guadagna l'Italia», ha aggiunto Alberto G. Naturalmente c'è invece anche chi ha apprezzato, come dimostrano le molte decine di mi piace e di retweet, tra qui quelli di altri dirigenti del Pd.

«Comunque ciaone fa rima con cialtrone. SIvotaSI», ha scritto su Twitter Nicola Fratoianni dell'esecutivo nazionale di Sinistra Italiana. 

«Ciaone? Incredibile irrisione di milioni di cittadini italiani che votano da dirigenti e parlamentari Pd. Non mi rappresentate», ha scritto il deputato lettiano del Pd Marco Meloni.

«Probabilmente alle 23 avranno votato 15 milioni di persone. Il premier ha vinto le primarie con due milioni di voti, scalzando Letta e quando fece il famoso 40% alle europee erano 11 milioni. I suoi scherani che insultano gli elettori che sono andati a votare dovrebbero andare a nascondersi. Il 'ciaone' diventa un arrivederci a ottobre». Lo dichiara in una nota il deputato di Possibile ex Pd, Pippo Civati.


  Ultimo aggiornamento: 18 Aprile, 11:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma