Dalla PlayStation ai tweet nottambuli su Netflix, la parabola social del Pd sempre più in crisi

Dalla PlayStation ai tweet nottambuli su Netflix, la parabola social del Pd sempre più in crisi
di Simone Canettieri
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 26 Settembre 2018, 15:45 - Ultimo aggiornamento: 15:56

Passare dalla foto notturna di una gioiosa partita alla PlayStation (erano le Europee del 41%) a uno scambio notturno su Twitter tra sonnambuli è cosa strana ma facile in casa Pd. Era la notte del il 2014: Matteo Renzi e Matteo Orfini pubblicarono la loro immagine serena con i joystick in mano in attesa dei risultati elettorali. Didascalia sottintesa: per noi la politica è un gioco da ragazzi. 

E' di poche ora fa invece lo scambio notturno via twitter tra Andrea Orlando e Matteo Orfini. «Congresso subito», scrive Orlando. «A quest'ora al massimo Netflix...», risponde Orfini. «Mi hanno sciolto l'Ipad :-)», ironizza Orlando alludendo alle parole del presidente dem sullo scioglimento del Pd.

«Rifondiamolo!», ribatte Orfini. Il botta e risposta non è sfuggito agli utenti twitter. Ed insieme a chi suggerisce ai due esponenti dem di usare canali privati per parlarsi ('Se ve telefonate?', 'Un vocale di 10 minuti?') anche Netflix Italia si inserisce nello scambio social. «La sinistra riparta da una maratona», è la risposta a Orlando e Orfini che parte dall'account del colosso della tv in streaming con il post di un cartellone pubblicitario delle serie in onda: «Se hai voglia di rifondare un partito, potresti guardare...».

© RIPRODUZIONE RISERVATA