Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Orietta Berti folgorata da Di Maio: «È bellissimo». Il Pd fa un esposto e lui la difende: «Giù le mani»

Orietta Berti folgorata da Di Maio: «È bellissimo». Il Pd fa un esposto e lui la difende: «Giù le mani»
di Mario Ajello
1 Minuto di Lettura
Sabato 13 Gennaio 2018, 14:19 - Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio, 08:38
C'era una volta Iva Zanicchi. In realtà c'è ancora, per fortuna. Ma l'Iva Zanicchi di un tempo era una adoratrice ardente, spassionata, indefessa di Silvio Berlusconi. «Lo amo così tanto che mi sento ridicola quando lo vedo, mi sento come Fracchia», diceva cose così. Poi, piano piano, il suo amore si raffreddò fino al punto di dire «Silvio mi tratta peggio di Dudù» e di tradire Berlusconi con Renzi.

Ora nella parte dell'adoratrice, della pasionaria di un leader, del mito nazional-popolare che abbraccia un capo politico c'è Orietta Berti. Cantante a sua volta, per Giggino Di Maio canta così: «E' bellissimo e bravissimo». Il Pd l'attacca e fa un esposto all'Agcom perché lei ha esternato il suo amore grillino via radio e ovvie polemiche. Ma Giggino l'amato si affretta a placarle e molto gratificato dalla passione di cui è oggetto grida dal blog di Grillo: «Giù le mani da Orietta Berti!». Intanto però deve sperare che la Berti si riveli rocciosa nei suoi sentimenti quanti lo fu berlusconianamente la Zanicchi: insomma, non è che se Giggino perde il 4 marzo l'Orietta si innamorerà di Cesa? 
© RIPRODUZIONE RISERVATA