Trenta nega un caso Difesa-Viminale, ma avverte: «Sui migranti serve coordinamento»

«Non c'è nessun caso Trenta-Salvini, il governo rema unito e compatto verso la stessa direzione». Così fonti della Difesa sulle recenti polemiche in merito alla missione europea Eunavformed. Tuttavia, sul tema migranti, le tensioni nel governo non diminuiscono, tanto che nel pomeriggio è previsto un vertice a Palazzo Chigi con il preier Giuseppe Conte e i ministri Matteo Salvini (Interno), Enso Moavero Milanesi (Esteri) ed Elisabetta Trenta (Difesa). E la Ministra Elisabetta Trenta, parlando con l'Ansa, avverte i colleghi dell'esecutivo: «Ci vedremo nel pomeriggio con il presidente del Consiglio e tutti i ministri. Quello dell'immigrazione è un problema da affrontare tutti insieme ed è importante per l'Italia farlo in maniera coordinata come stiamo cercando di fare costantemente».
Martedì 10 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-07-11 10:18:23
e brava ministra Trenta, hai appena travasato mezzo milioni di voti dai 5stelle alla Lega, ora sei contenta? dimettiti se non condividi il contratto di governo 5stelle-lega e vai ad esternare sulle riviste del vaticano il contrario di quello che vuole il popolo italiano!
2018-07-10 19:18:27
si ma coordinatevi per respingerli e rimpatriarli. Il terzo mondo si sta precipitando quì per scroccare di tutto e farsi mantenere, se non delinquere protetto dai buonismi e umanitarismi dei nostri sistemi legislativi. Fuori tutta quesa teppaglia o diventeremo NOI terzo mondo
QUICKMAP