Migranti, Celentano attacca Merkel:
perché non mantieni gli impegni?

Migranti, Celentano attacca Merkel: perché non mantieni gli impegni?
2 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Settembre 2015, 19:02 - Ultimo aggiornamento: 19:57

Sulla tragedia dei migranti torna a farsi sentire Adriano Celentano. E lo fa dal suo blog, attaccando Angela Merkel. "Cara Merkel", scrive il molleggiato, "fra i premier che in Germania ti hanno preceduto, devo dire che tu (a parte gli errori, ma nessun premier è perfetto, neanche Renzi nonostante il vantaggio della sua giovane età) sei la più simpatica. Mi ricordi mia sorella Rosa che aveva sempre voglia di ridere e giocare".

"Però ha ragione Grillo", continua il cantante, "tu, la scorsa settimana avevi fatto una promessa importante quando annunciasti che la Germania avrebbe bloccato il trattato di Dublino. Ma ieri il portavoce del governo tedesco ha dovuto ammettere che chiunque arrivi in Ungheria, deve

registrarsi lì, e lì, sottoporsi alla procedura di richiesta di asilo. Perché non mantieni la promessa che hai fatto?".

"Così facendo - prosegue Celentano - si rischia di far alzare i famosi muri del triste e avvilente rifiuto alla disperazione della povera gente che scappa dalla guerra. Mentre invece sarebbe così bello se l'Europa tutta, assestasse un sonoro schiaffo a tutti quelli che uccidono. I quali non hanno ancora capito che non basta farla franca in questa di vita. I guai per loro, anche se vivessero 150anni, cominceranno proprio quando la fine è vicina. Ed è un vero peccato. Come si può rinunciare alle gioie della vita Eterna per rincorrere la devastante supremazia sui propri simili?", conclude Celentano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA