M5S, Di Maio: «Dessì rinuncia a candidarsi»

di Stefania Piras
Emanuele Dessì ha firmato oggi un documento in cui si fa da parte. La formula utilizzata è "Rinuncio a candidarmi" che secondo i vertici M5S dovrebbe tradursi nella rinuncia del seggio se Dessì venisse eletto. Nella mattina Dessì e Luigi Di Maio si sono sentiti al telefono e hanno concordato l'exit strategy. Poi Di Maio in Sicilia ha confermato: «Ho sentito Dessì, ha convenuto che non fosse giusto continuare a farsi strumentalizzare e ha deciso di fare un passo indietro rinunciando a candidarsi». Dessì è secondo nel listino proporzionale del collegio Lazio 03 dietro alla senatrice uscente Elena Fattori.

Su Facebook Di Maio tradisce il dispiacere:
«"Diversamente da molti candidati dei partiti, Dessì è incensurato, non è indagato e vive in una casa popolare che gli è stata regolarmente assegnata, come ha confermato lo stesso Comune di Frascati».

Ma conferma la soluzione "passo indietro":
«"Oggi ho parlato con lui e in seguito ai tanti attacchi ricevuti ha deciso di fare un passo indietro per tutelare la sua persona e il MoVimento 5 Stelle, impegnandosi a rinunciare alla candidatura e in ogni caso all’elezione alla carica di senatore. Ora mi aspetto che i veri impresentabili, quelli che riempiono le liste dei partiti, facciano lo stesso. Il MoVimento 5 Stelle ha candidato persone super competenti, persone che hanno testa e cuore, una squadra di cui sono fiero e insieme alla quale cambieremo il Paese».
Sabato 3 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 04-02-2018 16:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-02-04 10:54:53
La differenza tra M5S e gli altri è sempre più palese per non dire contagioso. Come il reddito di cittadinanza che oggi ogni forza politica si è vista obbligata a presentare nella propria salsa per non perdere terreno in popolarità, il "garantismo" involucro di un reale paraculismo finalmente comincia ad andare in soffitta. Il modello tedesco dove alla prima che mi fai te ne vai è il simbolo da cui l'Italia deve ripartire nonostante le resistenze di chi ambisce alle raccomandazioni proprio perché della sudditanza ha fatto la propria unica modalità di competizione. Mentre Sforza Italia e PD fanno a gara di impresentabili è il MIGLIOR biglietto da visita offerto a chi abbia orecchie per intendere. Ovvio che anche tra gli elettori ci siano ancora furbetti che cerchino di preservarsi rappresentati da politici di egual risma.
2018-02-04 10:43:29
Ho visto il filmato di Dessì in cui spiega la vicenda,mostra anche un volantino del periodo da consigliere,in questo volantino si parla del non reddito,possibile che nessuno del movimento l'ha visto e ha fatto dei controlli per vedere se era solo fango???Nella migliore della ipotesi dormono alla grande.Li ho votati nella speranza che fossero diversi.
2018-02-04 09:00:14
Se questo "signore" verrĂ  eletto non credo che rinuncerĂ  al seggio. Accetto scommesse
2018-02-04 10:56:03
Io scommetto che te stai arrampicĂ  su li specchi de murano.
2018-02-04 07:31:19
Poveraccio, sette euro al mese di affitto, speriamo riesca ad arrivare alla fine del mese.
14
  • 670
QUICKMAP