Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

No a Gigi D'Alessio alla festa dell'Unità: scontro tra i democrat di Torino

No a Gigi D'Alessio alla festa dell'Unità: scontro tra i democrat di Torino
1 Minuto di Lettura
Venerdì 2 Settembre 2016, 11:59

Il caso è scoppiato ieri quando il vicepresidente del Pd torinese, Raffaele Bianco, ha messo nero su
bianco che l'invito andava ritirato. L'ospite in questione è Gigi D'Alessio chiamato a partecipare, domani sera, ad un dibattito sul diritto d'autore alla festa dell'Unità di Torino che apre oggi i battenti. Le perplessità di Bianco sono legate alle notizie, riportate in un'intervista ieri sul Corriere a D'Alessio, circa i debiti contratti dal cantante campano che ha raccontato di aver perso tutto in una serie di investimenti sbagliati e di essere gravemente indebitato.

«Il cantante -dica Bianco- sembrerebbe coinvolto in vicende di pignoramenti, debiti, libretti auto falsi, transazioni poco limpide, ipoteche. Penso che alla luce di questa situazione poco trasparente il
Partito Democratico non possa far finta di niente chiudendo un occhio. Bisogna ritrovare il coraggio d'indignarsi e revocare l'invito».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA