Dl Enti locali, la Camera vota la fiducia con 364 sì

Dl Enti locali, la Camera vota la fiducia con 364 sì
2 Minuti di Lettura
Martedì 4 Agosto 2015, 13:46 - Ultimo aggiornamento: 13:47

La Camera ha espresso la fiducia al Dl Enti locali con 364 si e 185 no. Dopo una breve sospensione dei lavori (l'aula riprenderà alle 15,30), si passerà all'esame degli ordini del giorno, quindi ci saranno le dichiarazioni di voto finale e il via libera definitivo, con il quale il decreto potrà essere convertito in legge.

Il decreto legge con le misure urgenti in favore degli enti territoriali, che la Camera si appresta ad approvare definitivamente dopo il voto di fiducia, contiene, tra l'altro, le norme di attuazione del Patto per la salute 2014-2016 (con i 2,3 miliardi di tagli concordati con le Regioni) e le disposizioni per i concorsi dei dirigenti delle Agenzie fiscali (insieme ad una "norma-ponte" per la fase transitoria). Nel provvedimento sono state inoltre inserite le disposizioni del decreto legge "strade sicure" e le norme del decreto Ilva-Fincantieri relative ai rifiuti e all'Aia. Previsto anche il rafforzamento delle misure a favore di aree colpite da calamità naturali e un "pacchetto" di norme per le Province e Città metropolitane, tra cui la riduzione delle sanzioni per lo sforamento del patto di stabilità 2014.

A certe condizioni, il decreto legge concede la deroga all'obbligo di cessione delle partecipate per le amministrazioni pubbliche che abbiano varato piani di razionalizzazione e indica nell'assemblea dei soci l'organo competente. Viene inoltre prevista la possibilità di pagare la prima rata dell'Imu agricola senza sanzioni e interessi entro il prossimo 30 ottobre. Fra le diverse 'micrò norme, infine, anche una che, esentando fiscalmente le variazioni a titolo non oneroso dell'assetto proprietario del parco di Monza, mira a 'salvarè il gran premio di Formula uno che si corre all'autodromo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA