Nell'era gialloverde le dimissioni coatte avvengono via social

Nell'era gialloverde le dimissioni coatte avvengono via social
di Mario Ajello
Lo spoil system tramite i social. È la moda nell'Italia giallo-verde. Ora tocca a Roberto Reggi, renziano al vertice dell'Agenzia del Demanio leggere su Twitter di aver perduto la poltrona. «Nessuno mi ha detto niente, non ero stato avvertito e poi ho letto sui social che ero stato dimesso», così racconta Reggi. Prima si era verificato un altro caso.

Il ministro dei Trasporti in carica, Danilo Toninelli, ha annunciato il 25 luglio via Facebook: «Ho appena firmato la decadenza dell'intero Cda di FS per chiudere con il passato». Il presente e il futuro hanno nuove abitudini: in un cinguettio si può sapere la propria sorte politica e amministrativa.
Giovedì 9 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 11-08-2018 19:02

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-08-10 11:47:49
E il giornalismo non è diventato social allo stesso modo? Fate un bell'articolo anche su di voi giornalisti.
2018-08-10 01:55:07
C'è da sperare solo che questi non durino tanto, altrimenti addio a 70 anni al lavoro per ricostruire l'italia.
2018-08-10 00:41:20
Ringrazino i metodi di Renzi : "ciaone, ce ne faremo una ragione etc". Chi di spada ferisce, con quel che segue. Paolo Diamante Roma
2018-08-09 19:20:33
un governo che lavora con i social è ridicolo..
2018-08-09 18:31:56
Veramente penoso.
6
  • 14
QUICKMAP