Migranti, alta tensione con la Francia: Tria annulla il viaggio a Parigi

Mercoledì 13 Giugno 2018
Il premier Giuseppe Conte non andrà a Parigi: salta il vertice Italia-Francia. Dopo gli attacchi all'Italia del presidente francese Emmanuel Macron sulla vicenda della nave Aquarius e lo stop del ministro dell'Interno Matteo Salvini allo sbarco dei migranti in Italia, il governo pretende le scuse di Parigi. E dato che non sono arrivate niente vertice.

«Nessun dubbio: senza un chiarimento e le scuse di Macron all'Italia io resto a Roma. Non ho il minimo tentennamento, chi sbaglia - chiunque esso sia - deve chiedere scusa, prima che a me all'Italia. Abbiamo salvato milioni di vite umane, l'Europa tutta deve tenerlo a mente», aveva detto ieri Conte, secondo una ricostruzione dell'agenzia Adnkronos.

Prima di Conte il ministro dell'Economia Giovanni Tria aveva già annullato la trasferta in Francia per incontrare il suo collega, Bruno Le Maire, in programma oggi a Parigi. I due si sono poi sentiti per telefono. «La visita del ministro delle Finanze italiano Giovanni Tria è stata annullata su richiesta italiana e noi esprimiamo rammarico»: questa la reazione del ministro dell'Economia francese. Le Maire fa sapere che «molti sono i temi importanti da discutere con Tria, in particolare nella prospettiva del consiglio europeo di fine giugno». 

C'è stata poi una telefonata in un «clima cordiale» Tria e Le Maire. Fonti del Mef spiegano che «i due ministri si sono parlati al telefono in un clima cordiale e in vista dell'Eurogruppo e l'Ecofin di Lussemburgo il 21 e 22 giugno si
incontreranno». Ma allo stato non è nota né la data né il luogo. © RIPRODUZIONE RISERVATA