DONALD TRUMP

Conte, dopo la fiducia subito al G7 in Canada a discutere di dazi Usa

Sabato 2 Giugno 2018 di Marco Conti
Incassata la fiducia, il voto in Parlamento è previsto per martedì, subito al G7 in Canada. Oltre novanta giorni di trattative hanno riempito la scrivania del premier Giuseppe Conte, di una mole impressionante di dossier. Il tempo a disposizione nei prossimi giorni non sarà però molto perché ad attenderlo il G7 a Charlevoix, in Canada, dove resterà l’8 e il 9 giugno. L’occasione sarà importante perchè in un colpo solo Conte avrà modo di conoscere il primo ministro canadese e padrone di casa Justine Trudeau, la Cancelliera Merkel, il presidente francese Macron con il quale ha già parlato al telefono e, soprattutto, il presidente Usa Donald Trump. 

Tema centrale è ufficiale, il,"gender equality", ovvero la  pari opportunità tra i sessi, ma ovviamente si parlerà del tema dei dazi doganali appena varati dall’amministrazione Trump nei confronti dell’Europa su acciaio e alluminio. Tema scottante anche per l’Italia che negli Usa esporta ogni anno, secondo Federacciai, prodotti finiti per 653 milioni di euro. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma