MATTEO SALVINI

Bono Vox e i migranti: «L'Italia sia più umana». Salvini risponde così

Domenica 5 Agosto 2018
Bono Vox rimprovera Matteo Salvini e lui replica così: «Ci vuole compassione? In Italia ci sono 5 milioni di poveri»

Botta e risposta tra Matteo Salvini e Bono Vox. La chiusura dei porti e la questione dei migranti ha toccato anche la sensibilità del leader degli U2. «Bono - replica il ministro degli Interni in un'intervista a Rtl 102.5 - dice che gli italiani devono avere compassione. Il principio è giusto, ma ricordo che mentre stiamo parlando ci sono cinque milioni di italiani che vivono in condizioni di povertà, che non faranno vacanze, che non stanno scegliendo se andare a Riccione, in Salento, in Sardegna o a Cortina».

LEGGI ANCHE Salvini-Mannoia, lite su Twitter sul caso razzismo: «Dai Fiorella, canta che ti passa»

Bono Vox, infatti - contattato sempre dalla stessa emittente - aveva esortato l'Italia a essere più umana e solidale con i profughi e i richiedenti asilo. «È difficile capire lo stato di queste persone che lasciano le loro terre - ha sostenuto il cantante - Nel mondo c'è molto odio, basta vedere quello che è successo tra America e Messico con bambini isolati dai propri genitori. Noi non siamo così. Noi irlandesi come voi italiani possiamo capire cosa voglia dire migrare. Credo negli italiani e nello spirito compassionevole e l'Italia non deve essere lasciata da sola. Sono un essere umano anche se posso sembrare un ricco viziato e fortunato. Ho il diritto di dire queste cose».
 

 

«Compassione sì, ma quando ci sono tanti nostri connazionali, giovani e anziani, che hanno difficoltà a trovare casa e lavoro, penso sia dovere di un governo e di un popolo occuparsi prima di queste persone», ha ribadito il vicepremier. «Poi, Bono ha le sue idee, ce ne fossero come lui anche in Italia!», ha detto facendo riferimento a «qualche radical chic, benpensante, cantante, attore, conduttore Tv con il conto corrente pieno, che dà lezioni agli altri, ma non muove un dito di suo».

Ultimo aggiornamento: 23:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA