Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Banche, la procura di Roma: «Nessun procedimento per Renzi-De Benedetti»

Banche, la procura di Roma: «Nessun procedimento per Renzi-De Benedetti»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Dicembre 2017, 22:01
Alcuni giorni prima del via libera al decreto sulle banche popolari del 20 gennaio 2015, «ci furono dei colloqui tra De Benedetti con il dottor Panetta di Bankitalia e con l'allora presidente del consiglio Matteo Renzi»: è quanto ha detto il presidente della Consob Giuseppe Vegas in audizione presso la commissione di inchiesta sulle banche precisando che «noi abbiamo fatto un'istruttoria e abbiamo archiviato la posizione di Renzi e De Benedetti». Il presidente Consob ha sottolineato inoltre che «anche la procura di Roma con Pignatone ha avviato un'istruttoria: è stata archiviata la posizione di Renzi, mentre mi risulta che sia stata proposta l'archiviazione di De Benedetti anche se non è stata ancora convalidata dal Gip». Rispondendo a una domanda del vice presidente della commissione Renato Brunetta, Vegas ha precisato che gli incontri erano avvenuti tra il 15 e il 19 gennaio.

Poco dopo, la procura di Roma ha reso noto che «Con riferimento alla notizie diffuse dalle agenzie di stampa e concernenti le dichiarazioni rese oggi alla Commissione Banche dal presidente della Consob Giuseppe Vegas, si precisa che la Procura di Roma non ha istruito alcun procedimento a carico di Matteo Renzi e Carlo De Benedetti». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA