Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Elezioni 2018, a Macerata la Lega fa boom: dallo 0,6 passa al 21%

I risultati di Macerata
1 Minuto di Lettura
Lunedì 5 Marzo 2018, 15:15 - Ultimo aggiornamento: 6 Marzo, 00:29
L'omicidio di Pamela, la 'vendettà di Luca Traini. Dopo le vicende che l'hanno catapultata alla ribalta nazionale nelle settimane scorse, Macerata ha scelto il centrodestra. E ha scelto la Lega che vede crescere in maniera esponenziale i consensi: nel 2013 il Carroccio prese lo 0,6, stavolta vola sopra al 20 per cento.
Nello specifico la Lega prende il 20,9 alla Camera e il 21,3 al Senato. Passa da 153 voti nel 2013 a 4575 voti nel comune marchigiano. Un risultato che porta la coalizione di centrodestra a sbaragliare i grillini nell'uninominale. M5S che pure ha ottenuto percentuali di tutto rispetto: appena sotto il 30 al Senato e il 32 per cento alla Camera. Il Pd va un pò meglio della media nazionale, sopra al 20 in entrambe le Camere, ma arriva terzo nei collegi uninominali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA