Usa, sente rumori e crede ci siano i ladri in casa: 58enne spara e uccide il figlio

Martedì 4 Luglio 2017 di Federica Macagnone
8
Ha preso la pistola con il cuore in gola, allarmato per gli strani rumori che sentiva in casa. Poi, muovendosi in silenzio, è arrivato a pochi passi da quell'intruso che si aggirava nelle stanze e ha fatto fuoco senza pensarci due volte, uccidendolo all'istante. In quel momento il battito cardiaco era a mille, ma non era ancora nulla rispetto al colpo al cuore che avrebbe ricevuto pochi istanti dopo: solo quando si è chinato sulla vittima, infatti, Frank Leon Huner, un 58enne di Sedalia, in Colorado, ha capito che quell'uomo non era un intruso ma semplicemente suo figlio Nicholas di 33 anni.

La tragedia è avvenuta sabato sera intorno alle 22.15. Stroncato dalla disperazione, Frank Leon ha chiamato la polizia per avvertire di aver appena ucciso il figlio. Quando gli agenti della Contea di Douglas sono arrivati, trovandolo completamente distrutto, lo hanno arrestato per omicidio di secondo grado. Questo, ha specificato la polizia, non significa che gli investigatori abbiano dubbi sulla ricostruzione dei fatti fornita dall'uomo: semplicemente, l'accusa di omicidio è di routine in casi come questo, anche se le leggi del Colorado ammettono la possibilità di uccidere gli intrusi. In seguito, Frank Leon è stato rilasciato dietro il pagamento di una cauzione da 50mila dollari. Nessuno, però, potrà liberarlo mai dal senso di colpa per aver tolto la vita al figlio che aveva messo al mondo: quella pistola che ha usato con estrema facilità ha distrutto due esistenze. Ultimo aggiornamento: 5 Luglio, 22:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelli che vogliono tutelare i piloni della Tangenziale

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma