Usa, perse la fede nuziale 15 anni fa in un vivaio: la ritrova due mesi dopo la morte della moglie

Lunedì 26 Dicembre 2016 di Federica Macagnone

Quando quindici anni fa l'anello che lo legava alla sua Nancy gli scivolò dall'anulare ebbe un colpo al cuore: vagò per ore nell'azienda che vendeva abeti di Natale dove lo aveva perso, ma della sua fede non c'era traccia. Sembrava essere stata inghiottita dalla terra: David Penner, 68enne di Great Meadows, negli Usa, aveva sotterrato ogni speranza di trovarla. Fino a pochi giorni fa, quando un annuncio su un sito lo ha ricongiunto al suo anello e, in qualche modo, alla sua Nancy che è morta lo scorso 30 settembre all'età di 67 anni.
 

 

Quindici anni fa David e sua moglie erano andati alla Wyckoff Tree Farm per comprare un abete di Natale. Un momento di felicità macchiato dalla perdita della fede nuziale di David che, in breve tempo e dopo ore di ricerche, dovette rassegnarsi al fatto che non lo avrebbe più ritrovato. Dal 2001 a oggi David non ha mai voluto sostituire il pegno d'amore donatogli sull'altare dalla sua Nancy. Poi, quando ormai le speranze erano perse, il destino ha voluto che quel cerchio d'oro e l'uomo che lo aveva portato al dito dal 20 luglio 1974 si ritrovassero. Lo scorso aprile John Wyckoff, proprietario della tenuta, ha notato un oggetto luccicante tra la terra e fra le mani si è ritrovato un anello con all'interno un'iscrizione: «To David. Love. Nancy».

Per mesi si è chiesto come avrebbe fatto a ritrovare il proprietario fino a quando, all'inizio di dicembre, ha deciso di pubblicare un appello sul sito nj.com. Il video è stato casualmente visto dalla cognata di David che lo ha spinto a verificare se l'anello fosse il suo. Senza un appuntamento e con il cuore che batteva all'impazzata, l'uomo si è precipitato alla porta di John per scoprire la verità: la sua fede era ritornata da lui ed era proprio davanti ai suoi occhi. «John è stato molto scrupoloso - ha raccontato David - Sapeva che valore poteva avere una fede per la persona che l'aveva persa. Ha preteso che gli portassi il certificato di matrimonio e solo così sono rientrato in possesso del mio anello. È stato un miracolo. È come se parte della mia vita fosse tornata adesso che Nancy non c'è più».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma e i turisti ignoranti

di Pietro Piovani