Capitol Hill, cambio della guardia il 3 gennaio

Capitol Hill, cambio della guardia il 3 gennaio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Novembre 2014, 08:51 - Ultimo aggiornamento: 19:40

Il cambio di guardia a Capitol Hill ci sarà il prossimo 3 gennaio, quando formalmente si insedierà il 114 Congresso degli Stati Uniti.

Per la vittoria del Gop, cruciale è stato lo strappo ai democratici dei seggi detenuti in Arkansas, Colorado, Montana, South Dakota, West Virginia e North Carolina. Da quest'ultimo Stato è arrivato il sesto seggio di cui il partito avevano bisogno per ottenere la maggioranza al Senato, dove con molta probabilità il 76enne senatore Mitch McConnell del Kentucky (che ieri ha vinto il sesto mandato) sarà scelto come leader della maggioranza. Se la nomina verrà confermata, l'attuale leader della minoranza repubblicana prenderà il posto ora nelle mani del democratico Harry Reid, che nella notte si è congratulato con gli avversari e si è detto «impaziente» di lavorare con loro.

La conquista della maggioranza al Senato da parte dei repubblicani significa «il rifiuto delle fallimentari politiche del presidente Obama». Così il partito repubblicano commenta i risultati delle elezioni di midterm per il rinnovo della Camera e di un terzo del Senato degli Stati Uniti. «Ai repubblicani è stata data l'opportunità di guidare il paese in una migliore direzione e i repubblicani alla Camera e al Senato sono pronti ad ascoltare il popolo americano. Speriamo che lo farà anche il presidente Obama», ha detto il presidente del partito Reince Priebus, dopo che è apparso chiaro che il Great Old Party controlla ormai la maggioranza sia della Camera che del Senato in quella che appare come una chiara sconfitta politica per il presidente democratico Barack Obama

© RIPRODUZIONE RISERVATA