STATI UNITI

Tredicenne soffoca i due fratellini, poi stritola il gatto: «Mi ha aiutato un angelo»

Giovedì 13 Settembre 2018
6
Tredicenne uccide i fratellini e stritola un gatto: «Mi ha aiutato un angelo»
Un ragazzino di 13 anni è stato arrestato negli Stati Uniti per aver ucciso i suoi due fratellini di 11 e 23 mesi. Il giovane avrebbe soffocato i due bambini con una coperta finché «non hanno smesso di fare rumore», come da lui raccontato agli agenti che l'hanno interrogato. Ma la sua escalation di violenza non si è fermata a questo duplice omicidio, perché pare che abbia ucciso anche un gatto stringendolo così forte da fargli fuoriuscire gli organi interni.

Sono serviti mesi, tuttavia, per comprendere che l'autore degli omicidi fosse lui. Desiree, la sorellina di 23 mesi, è stata trovata morta per asfissia in casa a maggio 2017. Tre mesi dopo è toccato al fratellino più piccolo, Nathaniel. Soltanto alcuni comportamenti devianti del tredicenne nei confronti degli animali, tuttavia, hanno spinto le forze dell'ordine a sospettare di lui e interrogarlo. Proprio il gatto torturato, ritrovato il mese scorso «in una pozza di sangue, con gli organi che penzolavano fuori dal corpo», è stato il campanello d'allarme. 

Una storia sconcertante, resa ancora più incredibile dalle "motivazioni" che hanno mosso il ragazzo. Il giovane dell'Indiana ha raccontato di aver ricevuto «l'aiuto di un angelo» per «liberare» i due fratellini. Il tredicenne ha spiegato inoltre di aver avuto «una conversazione con Dio su di loro», ma di non poterne parlarne perché aveva «promesso al Signore» che non lo avrebbe detto a nessuno. 

Il giovane viveva con la madre, i fratelli e il compagno della mamma - padre del più piccolo dei due bambini - prima dell'accaduto. Ora si trova in un centro di detenzione minorile e a breve apparirà in tribunale. Il giudice ha ordinato la perizia psichiatrica, ma pare anche che i pm abbiano intenzione di giudicare il suo reato come se fosse stato commesso da un adulto. Secono quanto racconta Fox59, il procuratore Ric Hertel ha ammesso di non aver mai visto in 19 anni di carriera «qualcosa di così inquietante».

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma Universalis la mostra sui Severi al Colosseo Foro Romano e Palatino

di Laura Larcan