Turchia, chi sono i terroristi del Dhkp-C: Partito-Fronte rivoluzionario di liberazione del popolo

Martedì 31 Marzo 2015
1
Il Partito-Fronte rivoluzionario di liberazione del popolo (Dhkp-C) è un'organizzazione turca di ispirazione marxista-leninista fondata nel 1978 e considerata fuorilegge in Turchia come nell'Unione europea e negli Stati Uniti. Negli ultimi anni il gruppo ha incrementato le sue attività. È responsabile anche dell'attacco contro l'ambasciata statunitense ad Ankara nel 2013, quando un attentatore suicida si fece esplodere di fronte all'ingresso della sede diplomatica, uccidendo un addetto alla sicurezza. Il Dhkp-C è anche considerato responsabile dell'attentato della scorsa settimana contro la sede di Istanbul di una rivista sostenitrice del sedicente Stato islamico (Is), Adimlar. L'esplosione di una bomba all'ingresso della redazione ha ucciso un giornalista e ne ha feriti altri tre. A gennaio scorso un membro dell'organizzazione ha aperto il fuoco contro la polizia nella centrale piazza Taksim di Istanbul, senza fare vittime. Sempre a gennaio, l'organizzazione ha rivendicato un attentato eseguito da una donna kamikaze nel cuore di Istanbul, in piazza Sultanahmet, e costato la vita a un poliziotto. Nella rivendicazione si spiegava che l'attentato era mirato a far pagare al partito Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan il prezzo della sua corruzione.



La scorsa settimana, la polizia turca ha eseguito una serie di arresti di membri dell'organizzazione. Nei giorni successivi agli arresti, manifestazioni di protesta sono state organizzate da sostenitori del Dhkp-C. Durante uno dei cortei, una manifestante di 14 anni è stata ferita a Istanbul da un candelotto di lacrimogeno sparato dalla polizia. Un incidente analogo ha causato nel 2013 il coma e poi la morte del 15enne Birkin Elvan, durante una manifestazione antigovernativa. Per l'uccisione di Elvan il Dhkp-C chiede oggi giustizia, con il sequestro del procuratore responsabile del caso, Mehmet Selim Kiraz.
Ultimo aggiornamento: 16:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua