Turchia nel 2013 ancora al primo posto nel mondo
per numero giornalisti in carcere

Mercoledì 18 Dicembre 2013
6
Turchia ancora maglia nera nel mondo per numero di giornalisti in cacere.

Lo rileva il Comitato Internazionale per la Protezione dei Giornalisti (Cpj). Al primo dicembre 2013, secondo il Cpj, citato da Hurriyet online, nel paese della mezzaluna rimanevano in detenzione almeno 40 giornalisti - contro 61 nell'ottobre 2012 - più che in Iran, Cina o Eritrea.



«Quale membro della Nato e leader regionale la Turchia non dovrebbe entrare nella lista dei paesi con più cronisti detenuti. Ma dal fallimento della riforma della sua legislazione alla repressione dei giornalisti durante le proteste di Gezi Park, la Turchia è diventata sempre più repressiva nonostante il calo del numero dei cronisti dietro le sbarre», rileva il Cpj. Secondo il Comitato «mettere i giornalisti in prigione per il loro lavoro è il segno di una società intollerante e repressiva» Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre, 13:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

FaceApp, i figli crescono e le mamme invecchiano

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma