Siria, raid con bombe al fosforo su Raqqa

Venerdì 9 Giugno 2017
9
Siria, raid con bombe al fosforo su Raqqa

Bombardamenti con «bombe al fosforo» sono stati compiuti nelle ultime ore su Raqqa, roccaforte dell'Isis nel nord della Siria, dove si trovano centinaia di migliaia di civili. Lo riferiscono attivisti della regione di Raqqa in contatto con loro familiari. Le fonti pubblicano video e foto di esplosioni luminescenti di ordigni gettati nella notte su quartieri della città sotto attacco da tre lati dalle forze curde sostenute dagli Usa. Da giorni la Coalizione internazionale anti-Isis guidata dagli Usa bombarda pesantemente Raqqa.

Dati allarmai arrivano dall'Unicef, secondo il quale sarebbero circa 40.000 i bambini sono a rischio a  Raqqa. «Le violenze - ha detto Geert Cappelaere, direttore dell'Unicef per il Medio Oriente e il Nord Africa - stanno minacciando le vite dei bambini. L'Unicef ha ricevuto notizie allarmanti secondo cui 25 sono stati uccisi e decine feriti. Circa 40.000 rimangono intrappolati in condizioni estremamente pericolose. Molti sono bloccati tra il fuoco incrociato». Anche ospedali e scuole, aggiunge il rappresentante dell'Unicef, sono stati presi di mira. «L'Unicef - conclude il rappresentante del Fondo dell'Onu per l'infanzia - fa appello a tutte le parti perché proteggano i bambini a Raqqa, aprano passaggi sicuri a coloro che vogliono lasciare la città e garantiscano condizioni di sicurezza ai civili che scappano».

Ultimo aggiornamento: 10 Giugno, 11:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA