Russia, problemi al check-in per l'imbarco della cagnolina: coppia la abbandona a morire davanti all'aeroporto a meno 30°

Russia, problemi al check-in per l'imbarco della cagnolina: coppia la abbandona a morire davanti all'aeroporto a meno 30°
di Federica Macagnone
2 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Gennaio 2017, 16:22 - Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio, 15:46

Quando al check-in hanno fatto loro presente che non avevano completato la documentazione necessaria per far salire in aereo la loro cagnolina, non ci hanno pensato due volte: hanno portato ila piccola Tori fuori dall'aeroporto e l'hanno abbandonata a una temperatura di -30°. È successo a Yekaterinburg, in Russia, dove adesso Oksana e Alexander Urusov sono finiti nella bufera su internet dove è stata aperta una petizione affinché i due paghino per le sofferenze inflitte alla povera Tori, ritrovata morta tra la neve tre giorni dopo il suo abbandono.
 

 


Oksana e Alexander erano all'aeroporto Koltsovo pronti a partire per Amburgo dove li aspettavano i loro bambini che erano stati mandati in vacanza dalla nonna. Una volta al check, però, sono sorti dei problemi per l'imbarco di Tori: la documentazione non era stata presentata in tempo e quindi la cagnolina sarebbe dovuta rimanere a terra. Le soluzioni, a quel punto, erano due: affidarla a qualcuno prima della partenza o rinviare il volo di 24 ore. I coniugi, tuttavia, hanno optato per una terza soluzione, la più insensata e feroce: Alexander si è allontanato con Tori al guinzaglio e l'ha abbandonata in strada, tra la neve, in una zona dove, tra l'altro, non passava nessuno. Dopo aver convinto l'assistente di terra che la cagnolina era nelle mani di un amico, i due si sono imbarcati.

Solo dopo tre giorni, ad Amburgo, la coppia ha detto ai figli che Tori era scomparsa e si è rivolta ai social per cercare di ritrovarla: «Stiamo cercando la nostra piccola cagnolina, è bianca con una punta di zenzero. I nostri figli non riescono a smettere di piangere, Ci potete aiutare? Siamo pronti a pagare. Abbiamo dovuto lasciarla in aeroporto... non l'hanno accettata a bordo al momento del check-in prima di prendere un volo per Amburgo per vedere i nostri figli».

Ma ormai era troppo tardi. Tori è stata ritrovata priva di vita tra la neve tre giorni dopo l'abbandono. Dmitry Tyukhtin, portavoce dell'aeroporto Koltsovo, ha dichiarato di non riuscire a credere a quanto è successo: «Potevano tranquillamente chiedere aiuto a noi. Se solo avessimo saputo del problema, sarebbe ancora viva. Le temperature sono state gelide in questi giorni e Tori è stata abbandonata in una zona dove normalmente non passano persone. Se fosse stata lasciata più vicina al terminal o al suo interno si sarebbe salvata».

Su internet la notizia non è passata inosservata ed è nata una petizione, già firmata da 7mila persone, affinché la coppia sia perseguita dalla giustizia. «Sono stati degli idioti ad averla lasciata al gelo - ha scritto Viktoria Milovanova, un'utente - Gli animali non sono giocattoli, sono creature viventi, sentono il dolore, il freddo e la paura proprio come noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA