Pokemon Go, mentre giocano sconfinano illegalmente dal Canada negli Usa: arrestati due fratelli

Lunedì 25 Luglio 2016 di Giacomo Perra
1
Pokemon Go è il gioco del momento
Dalla Pokemon Go mania alla Pokemon follia, si sa, il passo è breve. Peccato, però, che per qualcuno sia stato anche molto compromettente, così compromettente da condurre direttamente al carcere. È lì  infatti che si è conclusa l’avventura di due giovani e distratti fratelli canadesi, talmente presi dal videogame del momento e dal loro disperato inseguimento ai simpatici animaletti della app da non essersi accorti di aver varcato il confine e di essere approdati illegalmente negli Stai Uniti, dove, prede, più che cacciatori, sono stati arrestati.
 
Il curioso episodio, rilanciato da tutti i media dopo essere stato raccontato dalla stampa locale, è accaduto tra la provincia canadese di Alberta e le Stato del Montana, nelle cui foreste, smartphone in mano, i ragazzi hanno vagato per un bel po’ prima di essere fermati dalla Polizia di frontiera.
 
“Erano così coinvolti nel gioco che hanno perso la cognizione dello spazio e, in buona fede, hanno attraversato il confine”, ha raccontato Michael Rappold, portavoce della U.S. Customs and Border Protection, l’agenzia americana preposta alla protezione delle frontiere. “Dopo l’arresto, comunque, gli agenti li hanno consegnati alla madre”. Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 08:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani