Perù, bimba di 9 anni partorisce: violentata dal padre per anni con la complicità della madre

Giovedì 1 Febbraio 2018 di Federica Macagnone
16
Un silenzio assordante, una verità tenuta nascosta per anni. Una famiglia con un padre orco, una madre capace di sotterrare ogni scandalo e una bambina rimasta sola e impotente davanti all'orrore che è stata costretta a subire per anni. Lei che, a soli 9 anni, dovrebbe ancora giocare con le bambole e che invece si ritrova tra le braccia una neonata di 3 chili e mezzo che ha partorito dopo essere stata ripetutamente violentata da suo padre, Mario Mamani Vilca, 43 anni, nella loro casa di Puno, in Perù.

Secondo la ricostruzione della polizia, gli abusi sessuali sotto minaccia sulla piccola sono iniziati nel 2014. Anni di silenzio durante i quali la madre non ha fatto altro che tacere per proteggere il marito. La verità è deflagrata quando la bambina è stata portata in un centro sanitario a Larimayo, dove i medici hanno accertato che la bambina era incinta, alla ventottesima settimana di gravidanza. La sua vita era in pericolo ed è stata necessario trasferirla a Tacna, dove è stata presa in cura dai medici dell'ospedale Hipolito Unanue: nelle scorse ore è stato eseguito con successo un taglio cesareo e la bambina ha dato alla luce una neonata.

Il direttore regionale della salute di Tacna, Claudio Ramírez Atencio, ha detto che mamma e figlia continueranno a ricevere l'assistenza medica necessaria dalla Comprehensive Health Insurance (SIS) e che, una volta dimesse, saranno portate in un centro di accoglienza. Nonostante l'età, Ramírez ha raccontato che la piccola è stata in grado di allattare la figlia.

Intanto Vilca si trova nel carcere di La Capilla de Juliaca: anche la moglie è stata arrestata e ha perso la tutela della figlia in quanto avrebbe taciuto gli abusi. «Mamma e figlia avranno tutta la nostra attenzione - ha detto Ana María Choquehuanca, il ministro che si occupa in Perù dell'universo femminile - Riceveranno assistenza legale e psicologica fino a quando ne avranno bisogno». Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio, 23:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma