Usa, ha 90 orgasmi in un'ora: la strana sindrome della 30enne Cara

Lunedì 17 Novembre 2014 di Costanza Ignazzi

Il suo caso potrebbe far sorridere qualcuno.

Ma Cara Anaya, 30 anni, dell'Arizona, in realtà ha una vita difficile. Da tre anni, infatti, le è stata diagnosticata la sindrome Pgad: Cara è costantemente eccitata e può avere anche 90 orgasmi in un'ora.

La donna ha cominciato a soffrire di orgasmi multipli mentre faceva la spesa al supermercato e da allora non si è più fermata. Un disagio che le rende impossibile la vita quotidiana e i rapporti con gli altri: i giorni in cui sta peggio non esce nemmeno di casa. Tra un orgasmo e l'altro, deve fermarsi mentre guida e cercare di controllarsi quando è in pubblico. Di continuare a fare la cameriera come prima non se ne parla nemmeno: i clienti la guarderebbero come fosse pazza.

Cara è sposata e ha un figlio di 10 anni, ma anche i rapporti familiari, da quando soffre di eccitazione perenne, sono peggiorati. «Non riesco più a prendere parte alla vita di mio figlio perché mi sento come fossi sporca - spiega - vorremmo che crescesse come tutti gli altri ragazzi della sua età ma non può avere gli amichetti intorno a causa della malattia di sua madre».

Medici, psichiatri, neurologi e analisi del sangue non hanno risolto la situazione: sembra che per la sindrome di Cara non ci sia una cura e si possa solo imparare a conviverci. Ma, in queste condizioni, la serenità non è di casa. «Le persone non capiscono - spiega lei - oppure pensano che finga e si divertono, oltre a farsi un'idea sbagliata». Al momento, la 30enne cerca supporto in un gruppo in rete. «E' un problema ancora sconosciuto - dice - perfino i medici non sanno cosa fare. Io vorrei solo che finisse».

Ultimo aggiornamento: 18 Novembre, 22:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma