Usa, scompare durante una visita medica nel 1975: la polizia la ritrova 42 anni dopo

Sabato 28 Ottobre 2017 di Federica Macagnone

Gli ultimi 42 anni sono un enorme buco nero nel quale sono stati risucchiati i suoi ricordi, la sua vita, i suoi affetti. L'unico dato certo è che Flora Stevens scomparve il 3 agosto 1975 e di lei si perse ogni traccia: quel giorno il marito l'aveva accompagnata per una visita in ospedale a Monticello, 121 chilometri a nord di new York, ma dopo quell'appuntamento la donna si era volatilizzata nel nulla. Quando il marito era tornato a prenderla, Flora non c'era più. All'epoca aveva 36 anni, lavorava in un resort di Catskills e non c'era nulla che potesse mettere la polizia su una possibile pista. E così il nome della donna è andato ad aggiungersi a quello delle persone scomparse negli Usa. Solo adesso quel mistero, lungo 42 anni, è stato risolto: la donna, infatti, è stata ritrovata grazie a un'indagine della polizia della contea di Sullivan, Stato di New York. Flora non ricorda nulla della sua vita passata, della sua scomparsa e di come sia finita in una casa di cura di Lowell, a nord di Boston. Soffre di demenza, ma per lei è un ritorno alla vita.

 

A mettere la polizia sulla lunga strada che avrebbe portato a Flora è stato un detective della polizia di New York, Ian Salomon, che, lo scorso 15 settembre si è messo in contatto con l'ufficio della contea di Sullivan per cercare di identificare i resti di una donna trovati nella contea di Orange. Dai dati in mano, per Salomon non c'erano dubbi: ogni dettaglio, infatti, portava a pensare che quei resti appartenessero a Flora. Tuttavia la certezza poteva arrivare solo con il test del Dna: il detective della contea di Sullivan, Rich Morgan, ha cercato di mettersi in contatto con i parenti della donna, ma dai database risultava che non c'era più nessuno in vita. La ricerca, che apparentemente sembrava un enorme buco nell'acqua, ha portato però a un'altra verità: in una casa di cura del Massachussetts, infatti, qualcuno stava usando la sua tessera di previdenza sociale.
Contattando la struttura di Lowell, a nord di Boston, gli investigatori hanno scoperto che il codice di previdenza sociale era associato a Flora Harris, ricoverata nel centro dal 2001. Una coincidenza non da poco, visto che oltre al nome, corrispondeva anche la data di nascita. Martedì scorso Morgan e un altro detective sono partiti alla volta di Lowell per scoprire che quella donna di 78 anni non era altro che Flora Stevens, la donna di cui 42 anni fa si era persa ogni traccia.

«Non ricorda nulla della scomparsa e dove sia stata in tutti questi anni - ha detto Morgan - Le abbiamo mostrato una foto scattata poco prima della sua scomparsa: era sulla tessera identificativa dell'albergo per il quale lavorava. Senza esitazione ci ha confermato di essere lei, ma non sa fornirci ulteriori dettagli». Attraverso un'indagine approfondita della cartella medica, gli agenti sono riusciti a ricomporre parte dell'enorme puzzle, probabilmente destinato a rimanere incompiuto, che è stato la vita di Flora: prima di arrivare a Lowell, ha vissuto in altri due istituti nel New Hampshire e a New York. «Non è mai troppo tardi per risolvere il caso di una persona scomparsa, anche se risale a 42 anni fa - ha dichiarato lo sceriffo di Sullivan, Mike Schiff - La cosa più importante è che Flora ora è al sicuro».

Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre, 17:40