Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Usa, ritrovata ragazza di 17 anni rapita dai trafficanti di esseri umani: l'abbraccio con la famiglia è commovente

Usa, ritrovata ragazza di 17 anni rapita dai trafficanti di esseri umani: l'abbraccio con la famiglia è commovente
di Federica Macagnone
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Febbraio 2017, 19:28 - Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio, 16:13

Per un mese hanno vissuto senza avere sue notizie. Giornate drammatiche vissute con la convinzione che la figlia fosse finita nelle mani di trafficanti di essere umani. Un incubo dal quale questa famiglia è uscita solo venerdì, quando Sarah Dunsey, 17enne di Logan, nello Utah, ha fatto ritorno nella sua casa ed è stata accolta dall'abbraccio dei fratelli che avevano vissuto ore d'ansia senza sapere che fine avesse fatto.
 

 


Sarah era stata sequestrata il 15 gennaio a Las Vegas, in Nevada, durante una vacanza con gli amici. La sua famiglia aveva avviato una campagna sui social per riportare a casa la ragazza e tentare di aiutare le forze dell'ordine nella ricerca. Lo scorso 14 febbraio la madre Amie aveva pubblicato un video su YouTube rivolto alla figlia in cui la incitava a non arrendersi: «Devi lottare, stiamo venendo a prenderti».
 



Per settimane l'Fbi ha cercato instancabilmente Sarah che, venerdì, è stata ritrovata in un albergo di Venice, in California, in compagnia di due uomini. Le persone che erano insieme a lei sono state interrogate durante il fine settimana, ma la polizia non ha rilasciato commenti e si è rifiutata di dare maggiori dettagli sulla vicenda. Anche la famiglia si è chiusa nel silenzio: dopo aver rivelato alla stampa di essere estremamente convinta che la figlia fosse finita nelle mani di trafficanti di essere umani, ha fatto sapere che parlerà del rapimento solo nei prossimi giorni. 

Poche ore dopo il suo ritrovamento, Sarah è tornata tra le braccia della sua famiglia. In un video commovente pubblicato on line da Amie Ellis, la madre della ragazza, Sarah viene stretta dai suoi fratelli: sorrisi che si confondono tra le lacrime per la fine di un incubo. «Nessun genitore o un figlio dovrebbe sperimentare ciò che abbiamo vissuto. Siamo grati a tutte le brave persone che hanno contribuito a recuperare Sarah - ha detto Todd Ellis, il patrigno - Questo è stato veramente un miracolo». Nei prossimi giorni la polizia rivelerà cosa è successo alla ragazza. Proprio a Venice, lo scorso agosto, 153 persone sono finite in manette e 10 minori sono stati liberati al termine di un'indagine sul traffico di schiave del sesso.