È morta Nancy Reagan: la first lady attrice aveva 94 anni

Domenica 6 Marzo 2016 di Anna Guaita
2

E' morta, all'età di 94 anni, la ex first lady americana Nancy Reagan. Il suo ufficio fa sapere che la ex attrice si è spenta questa mattina nella sua casa di Los Angeles in seguito ad un arresto cardiaco. Verrà sepolta accanto al marito presso la Ronald Reagan Presidential Library nella Simi Valley, in California.

Seconda moglie di Ronald Reagan, Nancy è stata alla Casa Bianca dal 1981 al 1989, dove la sua missione particolare fu la lotta alla droga. Era nata a New York nel 1921. Si era trasferita a Hollywood, dove aveva interpretato film di serie B e dove incontrò un giovane aitante attore conservatore, Ronald Reagan. Quest'ultimo aveva divorziato dall'attrice Jane Wyman. Dopo un breve, appassionato corteggiamento, i due si sposarono nel 1952 e divennero presto famosi per l'amore e la lealtà che li legava.

Ronald divenne governatore della California nel 1967 e poi presidente degli Stati Uniti nel 1981, e sempre Nancy gli fu accanto con grande dedizione. E' noto che lei aveva molti amici a Hollywood, fra cui Frank Sinatra, che fu uno dei più accaniti sostenitori di Reagan nel mondo dello spettacolo.

Su Nancy Reagan sono state mosse anche molte critiche, in primis per la sua vita particolarmente elegante e costosa, poi a causa del fatto che cominciò a consultare un'astrologa dopo che il marito fu ferito in un attentato nel 1981. Ma recenti studi storiografici hanno rivelato che fu proprio Nancy a insistere che nel secondo mandato di Reagan si compisse un rimpasto del consiglio presidenziale dopo lo scandalo Iran-Contra, che riguardò la vendita clandestina di armi da parte del Pentagono al regime iraniano per ottenere fondi neri con cui finanziare la guerriglia anti-marxista in Centroamerica. Inoltre fu proprio Nancy, in disaccordo con i membri del consiglio presidenziale, a consigliare al marito di tendere una mano al nuovo leader sovietico Michail Gorbaciov. Inutile ricordare che l'apertura a Gorbaciev portò alla fine della Guerra Fredda.

In questo suo ruolo di consigliera e amica, Nancy tenne nascosto al pubblico il fatto che il marito soffrisse di Alzheimer. Dopo l'uscita dalla Casa Bianca, la coppia si ritirò a vivere nel loro ranch di Los Angeles, conducendo una vita molto ritirata fino al giugno del 2004, quando Ronald Reagan morì. Da allora, Nancy si è vista di rado; tuttavia ha assunto un ruolo molto forte a favore della ricerca sulle cellule staminali, soprattutto dopo la sofferenza di aver visto il declino del marito, durato «dieci dolorosi anni», come lei stessa disse in un intervento pubblico.

Le reazioni
«La moglie di presidente davvero grande, era una donna eccezionale. Ci mancherà», ha twittato Donald Trump. 

Ultimo aggiornamento: 8 Marzo, 16:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"Viaggio sul 44, l'autobus del diavolo"

di Pietro Piovani