Meningite scambiata per congiuntivite dai genitori: conseguenze choc per la figlia di 9 anni

La figlia ha la meningite, ma i genitori la scambiano con una congiuntivite: conseguenze choc
di Alessia Strinati
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Agosto 2018, 15:42 - Ultimo aggiornamento: 14 Agosto, 16:57

Credono sia solo una congiuntivite, in realtà era meningite. La piccola Brogan-Lei Partridge, di 9 anni, ha contratto una rara forma di meningite che i genitori hanno scambiato inizialmente per una infezione agli occhi. La mamma e il papà,  Aimee, 27 anni, e Craig, 31, erano con la figlia in viaggio di nozze in Cornovaglia e la bambina ha inziato a stare male.



Brogan aveva fastidio agli occhi, ma la mamma e il papà hanno pensato fosse congiuntivite visto che aveva fatto molti bagni in acqua. Quando però sono tornati a Bartley Green, a Birmingham, le condizioni della figlia erano peggiorate, così hanno deciso di portarla in ospedale dove i medici hanno detto loro che si trattava di meningite. La bambina aveva sviluppato una brutta eruzione cutanea sulle gambe, una situazione tanto grave, irrimediabile, tanto che i medici sono stati costretti ad amputarle un piede a causa della setticemia che si era sviluppata.

Inizialmente le fu amputato il piede sinistro, oggi, dopo due anni e diversi tentativi per poter salvare il piede destro, purtroppo Brogan ha dovuto subire la seconda operazione. «Gridava di notte a causa del dolore. Diceva che voleva essere normale e giocare con gli amici a scuola come tutti gli altri», racconta la mamma al Mirror, «È stata molto coraggiosa e ha sempre fatto del suo meglio ed è stata realista. Parlando dal suo letto d'ospedale, Brogan ha detto: "Sono seccata perché non riesco a muovermi correttamente. Ma tutti i medici sono gentili e non vedo l'ora che arrivi la mia sedia a rotelle"».

Ora la mamma e il papà hanno avviato una raccolta di fondi online per poter sostenere le numerose spese mediche che hanno dovuto affrontare e che dovranno affrontare a causa della condizione della loro bambina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA