Maddie McCann, il super sospettato è un eroinomane: «Rubava per comprarsi la droga»

Madeleine McCain
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Novembre 2013, 17:12 - Ultimo aggiornamento: 18:49

Euclides Monteiro, sospettato chiave del caso della piccola Madeleine McCann, la bambina inglese rapita in Portogallo mentre era in vacanza con i suoi genitori, era un eroinomane che rubava negli appartamenti dei turisti per comprarsi la droga.

L'uomo morì quattro anni fa, all'età di 40 anni, in un incidente con un trattore. Lavorava nel ristorante dell'Ocean Club di Praia da Luz, da dove Madeleine è scomparsa poco prima del suo quarto compleanno nel maggio del 2007.

Fu licenziato poco prima della scomparsa di Maddie, il 3 maggio 2007, per aver rubato nelle casse dell'albergo. La polizia sta indagando sulla possibilità che l'uomo, conosciuto come Toni, abbia messo in atto una vendetta per aver perso il lavoro. L'altra teoria è che la piccola possa esser stata uccisa nel letto per non disturbare l'azione del ladro, e che il suo corpo sia pio stato fatto scomparire.

«E' disgustoso che siano ora alla ricerca di un uomo morto come capro espiatorio», ha detto la vedova di Euclides Monteiro, «E 'molto facile incolpare qualcuno che non può difendersi più. Mio marito - conclude - non sarebbe mai stato in grado di commettere un tale crimine».

© RIPRODUZIONE RISERVATA