CORONAVIRUS

Covid, lo studio: la città brasiliana di Manaus potrebbe aver raggiunto l'immunità di gregge

Giovedì 24 Settembre 2020 di Marta Ferraro
​La città brasiliana di Manaus potrebbe aver raggiunto l'immunità di gregge al Coronavirus

Copy Code

La città brasiliana di Manaus, capitale dello stato di Amazonas, potrebbe aver ottenuto l'immunità di gregge al COVID-19 dopo che il 66% della sua popolazione è stata contagiata, secondo un recente studio condotto dai ricercatori dell'Università di San Paolo.

Questa importante città sudamericana è stata caratterizzata dal crollo del sistema sanitario e funerario in questo periodo catatterizzato dalla pandemia e ha pagato un prezzo altissimo in termini di decessi.
Lo studio, nello specifico, indica che il picco della curva dei contagi si è verificato a metà maggio, quando circa il 46% degli abitanti aveva già contratto la malattia. A giugno la curva si è, poi, assestata al 65%, e nei mesi successivi è rimasta prossima al 66%.
In questo modo, gli esperti ritengono che se la maggior parte dei cittadini ha avuto o ha già sviluppato la malattia, generando contemporaneamenti gli anticorpi nell'organismo, la quantità di infezioni si riduce notevolmente. «L'esposizione al virus stesso ha causato un calo del numero di nuovi casi e decessi a Manaus», ha detto Ester Sabino, coordinatrice delle indagini.

Tuttavia, Lewis Buss, uno degli specialisti dello studio, avverte che gli anticorpi rilevati nelle loro analisi «decadono rapidamente» e «pochi mesi dopo l'infezione». 

Comunque, recentemente, il sindaco della città ha nuovamente dichiarato lo stato di emergenza a causa del nuovo picco di contagi. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA