Royal wedding, tutti pazzi per lady Kitty, la nipote di Diana

Domenica 20 Maggio 2018 di Cristina Marconi

L’arte tutta inglese del cappello non è facile né da capire, né da interpretare. Ma per stabilire l’eleganza di un’ospite non si può prescindere dal suo copricapo, motivo per cui Amal Clooney, con la sua veletta ad arricchire un vestito perfetto nelle linee e eccentrico nel colore, un festoso giallo uovo che sta bene solo a lei, era a ma- ni basse la più elegante di Windsor. Dopo la sposa, s’intende, e dopo colei che meglio ha interpretato il suo ruolo, ossia Doria Ragland, la mamma di Meghan, luminosa nel completo di Oscar de la Renta di un color pistacchio chiaro di quelli tanto cari alla famiglia reale ma anche fedele a se stessa con la sua pettinatura afro perfettamente completata da un discreto copricapo abbinato al vestito e un piccolo diamante a scintillarle sulla narice.
 

 

TONI PASTELLO
Nella paletta dei toni pastello, hanno accompagnato Doria una Camilla in rosa con sontuoso cappello a ruota con piume rosa, enorme eppur quasi semplice, e Kate, che per non far sfigurare la sposa ha riciclato per la terza volta – ma non sarà un po’ troppo zelo? - un vestito di Alexander McQueen color crema con copricapo altrettanto scenografico. In un parterre di dame belle e vestiti interessanti, la scena è stata rubata dalla fanciulla in fiore Lady Kitty Spencer, figlia del fratello di Diana, Charles, novella Grace Kelly con un vestito verde bosco a metterne in risalto i tratti perfetti.

Sebbene quando ci sono tra gli ospiti Eugenie e Beatrice, le figlie del principe Andrea e di Sarah Ferguson, la concorrenza per la palma della peggio vestita si faccia di solito agguerritissima, questa volta le cose sono andate diversamente, sebbene una avesse un tubino celeste più adatto ad una giornata in ufficio e l’altra un voluminoso abito pieno di balze e di sbuffi. Pippa Middleton, a sorpresa, ha sfoggiato un vestito zuccherino nei toni e sgraziato nella forma, kitsch nel suo voler essere delicato come i fiori di ciliegio della stampa. Incinta, Pippa l’ha abbinato con delle scarpe basse e con un cappellino sui toni neutri, dando all’insieme un aspetto insipido. Ma almeno il suo era un vestito da cerimonia, con una sua pacchiana freschezza.

Victoria Beckahm, con una sua creazione, era cupa nel suo abito blu scuro un po’ lungo e senza particolare forma, rischiarato solo da un paio di scarpe rosse, con un cappello sempre blu con veletta scura. Un look simile a quello che aveva sfoggiato al matrimonio di William e Kate, ma ancor meno giocoso. Roba da far rimpiangere i fiorellini e i fiorelloni color confetto, innocui e romantici, visti in grande copia nella cappella di Windsor.

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 08:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani