Eurovision, l'Ucraina rifiuta la cantante russa: la tv non trasmetterà il concorso

Venerdì 14 Aprile 2017
4
Julia Samoilova
Il festival della canzone diventa terreno di scontro politico internazionale. La televisione russa Channel One non trasmetterà l'Eurovision Song Contest a causa del no dell'Ucraina, dove si terrà il mese prossimo, alla partecipazione di una cantante russa. Julia Samoilova, 28 anni, non potrà esibirsi al concorso, hanno deciso le autorità di Kiev, perché due anni fa ha visitato la Crimea, la regione ucraina che la Russia ha annesso nel 2014 in modo illegale, secondo la comunità internazionale. La decisione della tv di Mosca di non trasmettere Eurovision implica che la Russia sarà completamente esclusa dalla competizione, ha fatto sapere l'European Broadcasting Union (Ebu), che produce il concorso.

L'Ebu ha spiegato di aver offerto a Channel One due possibili soluzioni: che la Samoilova si esibisse via satellite dalla Russia o che venisse permesso ad un altro cantante di recarsi in Ucraina al posto suo. Ma Mosca ha respinto entrambe le proposte. «Sfortunatamente - ha detto l'Ebu - questo significa che la Russia non sarà più in grado di prendere parte alla competizione di quest'anno. Volevano veramente che tutti e 43 i Paesi fossero in grado di partecipare e abbiamo fatto il possibile perché questo avvenisse». L'Ucraina ospita quest'anno Eurovisione, perché la sua cantante, Jamala, ha vinto il concorso lo scorso anno in Svezia con la canzone «1944», sulla deportazione di massa dei tatari di Crimea sotto il regime di Josif Stalin.
Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 16:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelli che vogliono tutelare i piloni della Tangenziale

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma