Europol: «Centinaia di potenziali terroristi in Europa, non sono arrivati con i profughi»

Europol: «Centinaia di potenziali terroristi in Europa, non sono arrivati con i profughi»
1 Minuto di Lettura

L'Europol mette in guardia su centinaia di potenziali terroristi in Europa che costituiscono un pericolo per la sicurezza. Lo scrive la Neue Osnabruecker Zeitung che ha interpellato i funzionari dell'agenzia Ue, secondo cui dei circa 5.000 jihadisti rientrati dai campi di combattimento di Siria e Iraq, tra 1.500 e 1.800 sono tornati in Europa.

«Molti di loro non hanno voglia né capacità di compiere attentati - hanno riferito i funzionari dell'Europol - ma restano centinaia di potenziali terroristi che costituiscono un pericolo per la sicurezza in Europa». L'Europol minimizza poi il timore di un utilizzo delle rotte dei profughi da parte dei jihadisti: «Militanti di gruppi terroristici o foreign fighters di ritorno con passaporto Ue non viaggiano in genere con documenti falsi e non si affidano ai trafficanti che trasportano i profughi», cita ancora il quotidiano tedesco.

Martedì 26 Luglio 2016, 11:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA