Egitto, il Paese ha un nuovo premier: l'attuale ministro dell'Edilizia Madbouly

Giovedì 7 Giugno 2018 di Elena Panarella
L’Egitto ha un nuovo premier: si tratta dell’attuale ministro dell’Edilizia, Mostafa Madbouly, che é stato incaricato dal presidente Abdel Fattah Al Sisi di formare un nuovo governo, come è prassi all’inizio di un nuovo mandato presidenziale. 

L’annuncio dell’incarico a Madbouly é stato dato sulla propria pagina Facebook dal portavoce della presidenza egiziana, Bassam Radi. Martedì il premier uscente, Sherif Ismail, aveva rassegnato le dimissioni dopo che Sisi aveva prestato giuramento sabato scorso. La cerimonia aveva suggellato il risultato delle elezioni di fine marzo in cui il presidente aveva ottenuto un secondo mandato quadriennale con il 97 per cento dei voti oscurando un unico sfidante che aveva raccolto meno del tre per cento. 

Ismail l’anno scorso era stato costretto a cure mediche in Germania per un male su cui non vi sono informazioni ufficiali. Madbouly, 52 anni, a capo del dicastero fin dal marzo 2014, già a novembre aveva svolto le funzioni di premier pro tempore. Dal 2012 al 2014 il nuovo primo ministro incaricato era stato responsabile per gli Stati arabi del Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani (Un-Habitat). In qualità di ministro dell’Edilizia, Madbouli è stato anche il volto del progetto lanciato nel 2015 per la costruzione di una nuova capitale alla periferia della metropoli del Cairo. Ultimo aggiornamento: 8 Giugno, 17:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L'approfondimento di oggi