Egitto, Amnesty denuncia l'utilizzo di bombe a grappolo vietate

Giovedì 15 Febbraio 2018
Egitto, Amnesty denuncia l'utilizzo di bombe a grappolo vietate

Amnesty International ha denunciato l’uso da parte dell’Egitto di bombe a grappolo prodotte negli Stati Uniti, dopo che queste armi vietate dal diritto internazionale sarebbero apparse in un video ufficiale dell’esercito egiziano. La notizia viene riportata da Al Jazeera. «Le bombe a grappolo sono armi intrinsecamente indiscriminate che infliggono un dolore inimmaginabile per anni dopo essere state usate e per questo motivo sono vietate a livello internazionale», ha detto Najia Bounaim, vice direttore regionale per il Medio Oriente e il Nord Africa di Amnesty International. Amnesty ha dichiarato in un comunicato che suoi esperti hanno analizzato il video in cui personale militare delle forze aeree starebbero caricando bombe a grappolo su aerei militari egiziani. L’operazione ripresa nel video sarebbe avvenuta il 9 febbraio. «Le loro riprese in questo video suggeriscono che la forza aerea egiziana ha già usato o intende usare (le bombe a grappolo), dimostrando un evidente disprezzo per la vita umana», ha aggiunto Bounaim.

Amnesty International ha inoltre criticato indirettamente gli Stati Uniti per aver fornito all’Egitto le bombe a grappolo di produzione americana vietate dal diritto internazionale, riporta Al Jazeera. «Gli Stati fornitori devono immediatamente sospendere l’esportazione di armi ad alto rischio usate per gravi violazioni dei diritti umani», ha dichiarato Bounaim. La dichiarazione dell’organizzazione per i diritti umani giunge in seguito alla pubblicazione di un video ufficiale dell’esercito egiziano diffuso online il 9 febbraio scorso in cui vengono ripresi alcuni soldati mentre caricano bombe a grappolo di produzione americana su aerei militari egiziani.

Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio, 08:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA