Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Russia, donna di 30 anni con il pacemaker muore dopo il passaggio al metal detector

Russia, donna di 30 anni con il pacemaker muore dopo il passaggio al metal detector
1 Minuto di Lettura
Sabato 22 Novembre 2014, 10:48 - Ultimo aggiornamento: 23 Novembre, 16:47
ROMA - Si chiama Diana Tolstova, la 30enne morta tra le braccia del marito dopo il controllo al metal detector in aeroporto. La donna aveva un pacemaker e questa informazione era stata segnalata agli addetti alla sicuerzza.



E' accaduto allo scalo di Ulan-Ude in Russia. Il decesso potrebbe essere dovuto a un malfunzionamento dell'apparecchio cardiaco in seguito al passaggio tra le onde elettromagnetiche.



"Poco prima di arrivare al gate - racconta il marito 33enne Maxim - Diana ha iniziato a tremare ed è collassata". Inutili i soccorsi dei medici.



"I sanitari - aggiunge Maxim - sembrava non sapessero cosa fare, non hanno chiamato neanche l'ambulanza e pochi minuti dopo Diana è morta tra le mie braccia".



Al momento sono in corso le indagini.