DONALD TRUMP

Donald Trump "arruola" Sylvester Stallone e gli offre la presidenza del National Endowment for The Arts

Venerdì 16 Dicembre 2016 di Giacomo Perra

Potrebbe essere Sylvester Stallone l’arma in più di Donald Trump nella sua avventura da Presidente degli Stati Uniti. Secondo quanto riferito da Metro.co.uk, infatti, il politico repubblicano avrebbe offerto al celebre attore newyorchese la poltrona di presidente del National Endowment for the Arts, l’agenzia governativa che si occupa di gestire i fondi artistico-creativi. Una proposta molto allettante a cui, stando al Daily Mail, il mitico interprete di Rambo, Rocky e di tanti altri personaggi cinematografici di successo starebbe pensando di rispondere con un sì.
 

 

Settant’anni compiuti a luglio e una carriera costantemente sulla cresta dell’onda, del resto, Stallone è da sempre un convinto ammiratore di Trump. «Io amo Donald Trump, è un grande personaggio dickensiano», ha affermato di recente il divo italoamericano, autore nel 2008 di un endorsement a favore di un altro esponente repubblicano, l’allora candidato alla Casa Bianca John McCain.
 
In ogni caso, nell’eventualità di un accordo tra Sly e il prode Donald,  prima di potersi dire cosa fatta, l’ingresso nell’amministrazione Trump dell’attore dovrebbe essere sancito da un altro passo, questa volta ufficiale: il voto del Congresso. Solo allora, Stallone potrà alzare i pugni al cielo in segno di trionfo come ai tempi di Rocky e dire di aver vinto ancora una volta.

Ultimo aggiornamento: 19:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA