Il diamante “Blu Farnese” venduto per 5,7 milioni: forse è appartenuto alla regina Maria Antonietta

Il diamante “Blu Farnese” venduto per 5,7 milioni: forse è appartenuto alla regina Maria Antonietta
2 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Maggio 2018, 08:26 - Ultimo aggiornamento: 11:47

È stato venduto per 6,7 milioni di dollari (pari a 5,7 milioni di euro) il diamante “Blu Farnese”, una delle più importanti e preziose pietre storiche, arrivata sul mercato dopo essere appartenuta per 300 anni a diverse famiglie reali. La vendita è avvenuta in un'asta di Sotheby's a Ginevra. 

Si tratta di un diamante da 6,16 carati, proveniente dalla famosa miniera di Golconda in India, quindi donato nel 1715 a Elisabetta Farnese, regina di Spagna, per poi passare di mano attraverso quattro corti reali europee. La favolosa pietra a forma di goccia è di un raro colore blu, il colore dei sovrani nel XVII e XVIII secolo, e i diamanti azzurri erano considerati il massimo dono per un re. Dai palazzi del potere ha visto 300 anni di storia europea dalla fine della guerra di successione spagnola alla caduta dell'impero asburgico. Elisabetta Farnese, discendente di papa Paolo Terzo Farnese, ricevette il diamante nel 1714 a Parma per il matrimonio con Filippo V di Spagna, un nipote del Re Sole. 

Elisabetta consegnò il diamante blu al figlio Filippo, duca di Parma e fondatore della dinastia Borbone-Parma, il quale a sua volta lo donò al figlio Ferdinando, passando poi a Carlo, duca di Lucca, fino a Roberto Farnese, ultimo duca di Parma, esule in Austria dopo la proclamazione del Regno d'Italia.  Secondo quanto ricostruito da Sotheby's, nel Settecento la pietra faceva parte di una tiara appartenuta, fra l'altro, alla regina Maria Antonietta, che in seguito morì decapitata nella Rivoluzione francese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA