Colombia, si cambia il nome in Abcdefg Uvwxyz: «Avevo bisogno di ridefinirmi»

la carta d'identità della signora Uvwxyz
di Alessandro Di Liegro
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Febbraio 2015, 16:26 - Ultimo aggiornamento: 22:34

Cambiare il proprio nome può essere un modo per tagliare le radici e rinnovarsi come persona. Cassius Clay diventò Mohammed Alì, per esempio, così come Ron Artest (ala degli Indiana Pacers di basket) è diventato Metta World Peace.

Di solito il cambio del nome è una procedura che segue una conversione religiosa, come il giornalista Magdi Cristiano Allam o il folksinger Yusuf Islam – che prima era Cat Stevens e prima ancora Steven Demetre Georgiou – oppure per scaramanzia come, il giocatore di football americano Ochocinco, il cui cognome si riferisce al numero di maglia nei campioni NFL dei New England Patriots.

Nel caso di una donna colombiana di 36 anni, il cambio del nome è quasi più frutto di una scelta artistica: stiamo parlando della signora Abcdefg Hijklmn Opqrst Uvwxyz, per gli amici Abcdefg.

La donna, insegnante di Bogotà, ha lottato per due anni con la burocrazia colombiana affinché le venisse approvato il cambio di nome e per diventare, finalmente, la signora Uvwxyz.

Non è la prima volta che l'insegnante ha cambiato il suo nome: prima di utilizzare le 26 lettere dell'alfabeto inglese si chiamava Ladyzunga Cyborg. La donna insegna arte e fotografia in 3 università, lavora come fashion designer specializzata in vestiti fetish ed eventi bondage e descrive sé stessa come alla costante necessità di “ridefinirsi”. Ritiene, inoltre, che il suo nuovo nome possa costituire un elemento di sorpresa verso il suo prossimo.

Il Daily Express ha contattato un dipendente dell'ufficio anagrafe colombiano, Daniel Molano, il quale ha confermato che se un impiegato comunale si fosse rifiutato di modificare il suo nome nei registri civili, sarebbe venuto meno ai suoi obblighi lavorativi, dato che, in Colombia, non importa quanto sia inusuale il nome scelto, è qualcosa che dovrebbe essere sempre consentito fare.