Cina, il padre gli vieta di guardare la tv: bimbo di 10 anni si lancia dal 19esimo piano

di Federica Macagnone
Un divieto, la rabbia e infine la tragedia. Un bimbo di 10 anni si è ucciso lanciandosi dal 19esimo piano di un palazzo di Chongqing, in Cina, dopo che il padre gli aveva vietato di guardare la televisione.

Secondo quanto riporta il People's Daily Online, l'incidente è avvenuto il 10 aprile alle 18.44: il piccolo, di cui sono state rese noto solo le iniziali L.V., si era seduto davanti alla tv per guardare i suoi programmi preferiti dopo essere rientrato a casa da scuola. Il padre, tuttavia, lo ha immediatamente redarguito e gli ha imposto di spegnere il televisore.
 

Il piccolo, senza dire una parola, ma visibilmente adirato, si è chiuso nella sua stanza e si è lanciato da una finestra, finendo per schiantarsi sul parabrezza di un'auto parcheggiata in strada. Immediatamente curiosi e passanti hanno accerchiato il corpo del bambino e hanno chiamato i soccorsi e la polizia, ma non c'è stato nulla da fare: il piccolo è morto sul colpo. La polizia sta indagando sul caso: solo a chiusura indagini i genitori potranno dare l'ultimo saluto al loro bambino.




 
Gioved├Č 13 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 14-04-2017 12:47

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-04-13 14:47:36
Povero angelo. A volte, ho avuto rimorso per essere stato troppo duro con uno dei miei figli; di non aver tenuto conto della loro fragilità. Non auguro al mio peggior nemico di provare quello che sta provando quel padre adesso e per tutta la vita restante.
1
  • 480
QUICKMAP