Massacrato di botte perché gay: posta la foto sorridente e scrive all'aggressore: «Ti auguro ogni bene»

di Alessia Strinati
É gay, per questo viene picchiato, ma la risposta che invia lascia senza parole. Blair Wilson, un ragazzo scozzese di 21 anni, ha replicato con un grande sorriso a un uomo che lo ha brutalmente picchiato lasciandogli la faccia grondante di sangue. 

Mentre passeggiava in strada uno sconosciuto ha iniziato ad offenderlo, lui non ha risposto alla provocazione, così è stato raggiunto dallo sconosciuto che lo ha picchiato con un pugno in faccia. Con il volto pieno di sangue però ha deciso di scattarsi una foto, mostrando il suo sorriso migliore, poi ha condiviso l'immagine sul suo profilo Facebook e ha raccontato quello che gli era successo.

«Sono appena stato aggredito da uno che mi ha chiamato "frocio". Credo che sia qualcuno insicuro della sua sessualità, qualcuno che cerca sicurezze in se stesso in questo modo. Ti auguro ogni bene», ha scritto il 21enne su Facebook. Alla stampa locale ha ammesso: «Sapevo, appena successo, che potevo stare zitto, sentirmi imbarazzato oppure sputtanarlo su Facebook. Ho pubblicato il sefie, anche se il mio naso stava ancora sanguinando, non mi importava».
 
Giovedì 12 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14-07-2018 10:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-07-13 13:39:49
Tanta stima!
2018-07-13 09:44:11
Avrei preferito la foto del picchiatore in bella mostra
2018-07-13 08:11:08
credo che all'aggressore possa fare più male questa reazione composta e civile rispetto a una reazione uguale e contraria al suo atto brutale. Perché non è riuscito a trascinare un altro essere umano al proprio livello, e anzi ha dovuto (forse) prendere atto della distanza fra il livello dove le sue parole e i suoi atti lo collocano e uno standard minimo di principi e valori etici
2018-07-13 00:25:17
Bravissimo ragazzo, hai dimostrato di esser molto più uomo tu del maledetto che ti ha aggredito
2018-07-13 14:24:33
Non e' ne' uomo ne' donna. Non ha piu' la sua identita'. L'aggressore e' uomo ma in quest caso ha sbagliato
9
  • 17,5 mila
QUICKMAP