Australia, corpo bimba in una valigia: si pensa a Maddie, ma la polizia smentisce

Madeleine McCann
2 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Luglio 2015, 09:00 - Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 12:09

E' giallo sul corpo di bimba ritrovato in una valigia alle porte della città di Adelaide, Australia, e che in un primo momento si era pensato appartenere alla piccola Maddie, scomparsa in Portogallo nel 2007.

«Il corpicino trovato nella valigia non è di Madeleine McCann», hanno però fatto sapere i poliziotti australiani, versione confermata da Scotland Yard.

Le indagini dei poliziotti australiani hanno escluso che i resti scheletrici della bimba scoperti il ​​15 luglio siano compatibili con la piccola Maddie, anche se in un primo momento a Scotland Yard avevano preso in considerazione un viaggio della piccola in Australia. Tutto questo in attesa dei risultati delle analisi del DNA.

DI CHI E' IL CORPICINO TROVATO NELLA VALIGIA I resti decomposti racchiusi nella valigia trovata vicino all'autostrada alle porte di Adelaide sono quelli di una bambina bionda di età compresa tra due e quattro anni. Gli investigatori ritengono che la piccola sia morta circa nel 2007.

La bimba era vestita con un top rosa e pantaloni da jogging, modelli che sono stati realizzati in quell'anno. Il mistero, tuttavia, si infittisce perché quel corpicino era avvolto in una trapunta fatta a New York circa sette anni fa.

Madeleine MacCann scomparve mentre era in vacanza con i genitori Gerry e Kate, di Rothley, Leics, in Algarve, in Portogallo, nel maggio 2007. Ecco perché gli investigatori britannici hanno subito inviato un campione di DNA della piccola Maddie in Australia, per confrontare con i resti della piccola trovata nella valigia.