Air France, quattordicesimo giorno di sciopero. Il ministro Le Maire: «Non capisco rivendicazioni piloti: a rischio sopravvivenza compagnia»

Domenica 6 Maggio 2018
2

Domani quattordicesimo giorno di sciopero ad Air France. Lunedì la compagnia transalpina conferma l'85% dei voli programmati: il 99% dei voli lungo raggio, l'80% dei voli medio raggio e l'87% dei voli breve raggio.

«Se non vengono fatti gli sforzi necessari per portarla allo stesso livello competitivo di Lufthansa e altre grandi compagnie, sparirà». Intanto il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire lancia l'allarme per Air France - Secondo quanto riporta Bloomberg, il ministro esclude anche che la Francia ricapitalizzi la compagnia: «Una ricapitalizzazione richiede i soldi dei francesi e io non prendo i soldi dei francesi per metterli in una compagnia che non è al necessario livello competitivo». Le richieste dei sindacati di Air France in materia di salari, secondo Le Maire, sono «ingiustificate». Il ministro ha quindi indicato la necessità che i lavoratori mostrino «responsabilità» e che il management rinnovi il dialogo con i sindacati. Le Maire ha anche annunciato che il Governo francese venderà le proprie partecipazioni in Aeroporti di Parigi e Francaise des Jeux: «Non penso che gestire lotterie e negozi negli aeroporti sia il ruolo dello Stato», ha detto Le Maire: «È denaro che potrebbe essere usato meglio altrove». Il ministro ha quindi chiarito che il calendario delle privatizzazioni verrà deciso «nei prossimi giorni».

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 08:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma