Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Afghanistan, attacco all'aeroporto di Kandahar: 27 morti, presi ostaggi

Afghanistan, attacco all'aeroporto di Kandahar: 27 morti, presi ostaggi
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 9 Dicembre 2015, 13:56 - Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 21:29

Si è concluso dopo 20 ore di scontri l'attacco di un commando di 15 talebani afghani all'aeroporto di Kandahar City. Il comandante dell'esercito della provincia ha detto che 18 persone, fra militari e civili, sono morte. Secondo altre fonti sarebbero nove i talebani uccisi. Giornalisti locali hanno detto all'Ansa che durante gli scontri gli insorti hanno catturato alcuni ostaggi.

L'attacco non ha causato alcuna vittima fra i soldati della Coalizione guidata dalla Nato. Lo scrive l'agenzia di stampa Pajhwok. Un portavoce militare statunitense anonimo, citato dall'agenzia in un tweet, ha ricordato che nella base aerea di Kandahar si trovano 2.000 soldati della Coalizione e che nessuno manca all'appello.

Una fonte della sicurezza dello scalo afghano attaccato ha precisato all'agenzia di stampa Pajhwok che i residui talebani hanno sparato da un edificio contro le basi del 205esimo Corpo d'armata dell'esercito e della polizia zonale di Maiwand, non lontano dal terminal civile dell'aeroporto. Si deve ricordare che nella serata di ieri sono atterrati a Kandahar due aerei provenienti da Kabul e da New Delhi, i cui passeggeri sono rimasti bloccati nel terminal.

Il comandante del 205esimo Corpo d'armata, generale Daud Shah Wafadar, ha dichiarato che nel complesso 14 militanti pesantemente armati hanno attaccato l'aeroporto. Di essi alcuni si sono diretti verso l'edificio della scuola ed altri sono entrati in uffici governativi e in residenze civili e militari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA