Usa, i cani potranno viaggiare in cabina sugli aerei della Delta Airlines

Animali in aereo
di Luisa Mosello
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Maggio 2016, 18:50 - Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 09:06

Rivoluzione a quattro zampe in volo. D’ora in poi i cani potranno viaggiare comodamente in cabina insieme ai padroni. Non solo quelli piccolini, formato trasportino, per intenderci, ma proprio tutti anche quelli di taglia media e grande. La decisione, apprezzatissima dai milioni di viaggiatori con pet al seguito, è stata presa dalla compagnia aerea a stelle e strisce (la più antica degli States) Delta Air Lines che ha pensato di accogliere Fido a bordo come un vero passeggero e di non trasportarlo più nella stiva. Ecco allora che non solo chiuaua  e maltesini portati nel bagaglio a mano, ma anche labrador, segugi, pastori tedeschi e dintorni potranno godersi il volo senza stress sia per loro che per i proprietari che spesso preferiscono lasciarli a casa, pur di non sottoporli a quella che il più delle volte è vissuta dagli amici pelosi come una vera e propria tortura. Trattati come valigie e rinchiusi in gabbie pressurizzate, di certo, il loro non è un trasbordo né facile né felice. Che non incentiva le vacanze e gli spostamenti con gli animali che eviterebbero in tanti casi l’orribile fenomeno dell’abbandono, soprattutto in vista dell’estate.
 



L’apertura della compagnia americana ai viaggiatori non umani, sia cani che gatti, è un segnale favorevole verso la cultura dell’integrazione “di razza”. Non esiste una legislazione unica per l’accesso a bordo dei quattrozampe. Ogni compagnia infatti può stabilire autonomamente la tipologia e le dimensioni del trasportino e anche se consentire l’accesso o no ad animali sedati o brachicefali (quelli che hanno il muso schiacciato e necessitano  di maggiore spazio per respirare). E questa è la prima volta che i cani più grandi vengono accettati in cabina. Da qualche giorno quelli di taglia media ospitati nelle linee normali e quelli over size su Delta Cargo, che prevede particolari standard e misure di sicurezza.  Naturalmente si dovrà viaggiare con il passaporto rilasciato dal proprio veterinario che riporti tutte le informazioni sul loro stato di salute e pagare il loro biglietto aereo, con un supplemento.

«Molti di noi in Delta sono amanti degli animali, sappiamo che sono importanti membri delle famiglie – ha spiegato Bill Lentsch, vice presidente della Compagnia dog friendly– Questo cambiamento assicurerà un servizio di alta qualità e affidabile per gli animali domestici». Come dire: voli e amici fidati. Chissà se il raggio e il guinzaglio d’azione verranno allungati ad altri vettori in tutto il resto del mondo.