Varese, imprenditore muore a 97 anni e lascia 7 milioni di euro ai bambini malati e alle loro famiglie

Sabato 1 Ottobre 2016
4
Renato Giuliani, imprenditore di Buguggiate in provincia di Varese, morto all'età di 97 anni, ha lasciato quasi tutto il suo patrimonio di 7 milioni di euro in beneficienza a diverse associazioni del territorio, devolvendo in particolare 784mila euro per progetti a favore dei bambini ricoverati all'ospedale materno-infantile Del Ponte di Varese. I fondi sono stati devoluti alla fondazione Ponte del Sorriso e verranno utilizzati per completare una struttura residenziale per accogliere le famiglie dei piccoli pazienti. «Un gesto che ha commosso e reso profondamente riconoscente tutta la fondazione Il Ponte del Sorriso» - ha spiegato la responsabile, Emanuela Crivellaro - La generosità di Renato Giuliani sarà per sempre ricordata nel sorriso dei bambini in ospedale». Nato a Milano, Giuliani ha lavorato per anni nell'azienda di famiglia, la Ficep Spa, 500 dipendenti, produttrice di macchine utensili da lui stesso progettate e sviluppate con sede in provincia di Varese.

L'imprenditore ha devoluto in beneficenza, in tutto, circa sette milioni di euro a diverse associazioni. Lo ha spiegato il nipote, Alessandro Bernardini, convinto che la decisione dell'uomo, morto lo scorso gennaio, «potrebbe essere un esempio anche per altri». Le associazioni che hanno ricevuto i fondi operano principalmente in provincia di Varese, in diversi ambiti. «Mio zio ha dedicato la sua vita al lavoro - ha spiegato - si è ritirato dall'attività una ventina di anni fa e, alcuni mesi prima di morire, ha fatto questa scelta, che noi apprezziamo. Ha fatto un'attenta valutazione degli enti beneficiari - ha proseguito - e ha premiato quelli che riteneva più meritevoli».
Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre, 12:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«In consiglio non veniamo», rifiuto al quadrato sui rifiuti

di Simone Canettieri