Gemelline scomparse, il papà ringrazia i soccorritori tra le lacrime

Giovedì 26 Aprile 2018 di Paola Treppo
5

Si è mosso tutto il paese, nel buio della notte, tra i boschi di un piccolissimo abitato del Friuli, Stella di Tarcento, per cercare due gemelline di quattro anni che si erano allontanate da casa con il cane di famiglia, il pitbull Margot, perdendosi nella macchia. Un incubo per la mamma e il papà che hanno dato subito l'allarme, martedì sera. Una lotta contro il tempo per trovarle sane e salve, che ha tenuto impegnate diverse centinaia di persone, tra squadre di soccorritori e semplici cittadini.

LEGGI ANCHE ---> Ecco cosa è successo

Alla fine, quando le piccole sono state individuate, intorno alle 2 di notte, un momento di grande commozione: vedere le bambine in salute, peraltro neanche spaventate, ha fatto piangere tecnici del soccorso e tutta la comunità.

 

Una storia che racconta della generosità di centinaia di uomini e donne che hanno lasciato subito le loro occupazioni e che si sono messe alla ricerca delle piccole, battendo un'area molto vasta. Commosso il papà delle gemelline: «Non capisci cosa sta succedendo in momenti come questi - dice visibilmente scosso, con gli occhi rossi, emozionato, felice e sconvolto allo stesso tempo -. In testa ti passa in un secondo ogni pensiero: sono cadute? Le hanno rapite? Non sai cosa fare. Ma poi ti giri, nel buio, e vedi che tutto il bosco è illuminato. Da ogni parte guardi c'è luce. Sono le torce di tutte le persone che ci hanno aiutato a trovare sane e salve le nostre figlie. A loro va il nostro grazie, di cuore».
 

LEGGI ANCHE: «Ecco come ho trovato le gemelline scomparse, il pitbull non le lasciava»
LEGGI ANCHE: Ritrovate Eli e Adele, le gemelline scomparse in Friuli. «Il loro pitbull le ha vegliate per ore»
 

Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 09:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA