Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ucciso da poliziotto a Genova, la moglie su Facebook: «Ti hanno tolto la vita, ti amerò per sempre»

Ucciso da poliziotto a Genova, la moglie su Facebook: «Ti hanno tolto la vita, ti amerò per sempre»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Giugno 2018, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 11:30

«Volete la verità: mio marito aveva litigato con me e un pò con i fratelli. Ma era calmo». Lo ha scritto sulla sua pagina di Fb Nataly Giorgia Tomalà, la moglie del ventenne ucciso ieri dai poliziotti delle Volanti in un palazzo di Genova.

LEGGI ANCHE: Genova, ragazzo ucciso da poliziotto chiamato a casa dalla madre: l'agente è ferito

«Non solo, mio marito poi è tornato a casa e si è addormentato. Dopo si è svegliato e è andato in cucina a prendere un coltello. Il fratello, Santiago Tomàla Garcia, era lì presente e dopo è andato dalla madre a dire di chiamare me perché aveva bisogno. I poliziotti ne hanno approfittato e gli hanno tirato peperoncino negli occhi e lo hanno provocato. Loro gli hanno tolto la vita a mio marito, padre di mia figlia di due mesi. Voglio giustizia perché mio marito non era un delinquente, lavorava per me e per mia figlia e aveva un futuro con me. Non ti dimenticherò mai amore mio sei stato l'unico che ho amato veramente. Addio amore mio riposa in pace. Dio ti benedica ovunque tu sia».


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA